News

Post

L’ Angolo del Presidente

Cari amici,

questo angolo ritorna dopo lunghi mesi di silenzio, ancora nel pieno della pandemia da coronavirus, che dal febbraio ormai di due anni fa continua a colpire il nostro Paese così come ogni angolo del pianeta. Ormai non esiste quasi più una famiglia che non sia stata già toccata, nei propri affetti, amicizie, conoscenze, da questa tremenda pandemia che continua a mostrare ancora tutta la sua recrudescenza.

La crisi sanitaria che ha colpito e continua a colpire le nostre comunità, ha allargato a dismisura la forbice delle disuguaglianze. La recente indagine del Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri “L’impatto del Covid sullo sport” attesta l’abbandono sportivo post pandemia al 48% tra i più piccoli, al 30% tra i ragazzi e al 26% tra gli adulti. Sono dati allarmanti che, già da soli, rendono l’idea di come gli effetti nefasti di questa pandemia travalichino il già drammatico scenario sanitario.   Per non parlare delle ripercussioni economiche che si sono abbattute sul nostro settore, non in ultimo, con il recente “caro bollette” che rappresenta un’ulteriore mazzata, dopo due anni già difficili di pandemia, per la gestione di impianti sportivi e piscine.

In questo scenario complesso e per certi versi drammatico, è solo grazie al lavoro e all’impegno, a tutti i livelli del nostro territorio, che stiamo riprovando a ripartire….  Nei comitati le attività sportive riacquistano pian piano vitalità, pur nella precarietà delle norme e dei vincoli, e sempre nel rispetto delle misure di contenimento della pandemia previste. Dagli sport di squadra, alla mountain bike, al trail, alle emergenti arti marziali, lo sport prova a ripartire, nel segno del rilancio e della speranza.

Se ciò è possibile lo è grazie alle fatiche e all’entusiasmo instancabile e appassionato dei dirigenti di comitato che nelle difficoltà riescono a intercettare occasioni di riscatto e di crescita. Il valore di questo operato è, oggi più che mai, prezioso e inestimabile ed è sulle loro gambe che il CSI continua a muovere i propri passi.

Questa presidenza, dal canto suo, in questi lunghi mesi ha tentato in tutti i modi di non far mai fatto venire il proprio impegno e la propria rappresentanza nel CONI e nella rete sportiva e associativa regionale e nazionale e ha costruito nuove alleanze all’interno delle reti sociali; non ci siamo risparmiati nel cercare di fornire risposte tempestive e abbiamo destinato tutte le risorse e misure disponibili a sostegno a dei comitati.

Al netto dell’emergenza pandemica, continuiamo a vivere una situazione inedita e in continua evoluzione, tra le due riforme legislative di riferimento non ancora compiute, quella del terzo settore e quella del riordino del sistema sportivo, quest’ultima anche nel rapporto con il Comitato Olimpico e con Sport e Salute.

Ci apprestiamo nei prossimi mesi ad adeguare i nostri statuti per continuare a mantenere e consolidare i riconoscimenti di Associazione di Promozione sociale e per essere protagonisti, con le nostre specificità, di uno sport teso a ridurre le disuguaglianze e a contrastare ogni forma di disagio, specie quello giovanile, e di esclusione sociale.

Per ottenere ciò, dobbiamo essere pronti adesso a fare tutti insieme un ulteriore scatto in avanti, passando definitivamente da una logica territoriale a volte competitiva ad una autenticamente cooperativa e per poter cogliere le opportunità che anche il Terzo Settore ci offre e di importanza strategica in relazione alle nostre attese e ai modelli organizzativi dei nostri Comitati.

Ci attende una fase coraggiosa, che dovrà essere contraddistinta da nuovi rapporti e sinergie, tra Comitati, tra Comitati e associazioni e società sportive, enti del terzo settore, abbandonando vecchi protagonismi e individualismi per camminare insieme.

E’ questo il CSI che vogliamo, una associazione aperta, trasparente, accogliente a tutti i livelli, davvero capace di far prevalere sempre il bene comune nel lavoro concreto e quotidiano di tutti e di ciascuno.

Agnese Gagliano

Presidente Regionale CSI Sicilia